[bignami] Le epigone della casa del vino

[i post “bignami” sono versioni condensate, sotto forma di elenco puntato, dei miei soliti post lunghi, ideali per chi non ha tempo o non ha voglia]

Il post originale (quello lungo) è qui.

– Amy Winehouse è una sorta di gallina dalle uova d’oro per l’industria discografica (ed è pure brava, suvvia).

– Però tende all’autodistruzione (casomai non ve ne foste accorti nonostante i 120 articoli alla settimana) e i discografici devono trovare qualche valida alternativa da propinarci.

– In precedenza hanno provato a proporci Adele e Duffy. Brave, eh. Però, ecco, non spiccano il volo.

– Alla fine qui si tifa per una soluzione shock: un gruppo di soul australiano che si chiama Cooking On Three Burners e ha un suo notevole perché.

– Sì, sì, lo so: ho scritto soul australiano senza nemmeno fare una battuta perplessa. Nel post lungo c’è. Non è colpa mia se avete fretta e leggete i post condensati.

– (e poi qui si ha un’insana passione per le cover strane di pezzi di Gary Numan)

1 commento su “[bignami] Le epigone della casa del vino”

  1. hai avuto una bella idea ad inserire queste versioni bignami dei post anche se il vero suz non è qui ma è nella versione integrale

Lascia un commento