Il cimitero di Neve & Glitz

Ecco dov’erano finiti Neve e Glitz, dopo aver decorato (?) le piazze torinesi con i loro algidi sorrisi mono-dente.

Seppelliti in un cortile degli orti botanici comunali (quelli chiusi, dove coltivano il verde pubblico), a volte smontati, a pezzi, decapitati.

Stayin' Alive

Se li volete vedere dal vivo, congelati per l’eternita’ mentre ballano Stayin’ Alive (la loro posizione non ammette altre soluzioni), fate un salto al Parco Colletta, costeggiate gli orti comunali e ogni tanto guardate al di la’ della grata. Per fotografarli, l’unica e’ salire sullo schienale di una panchina e stare in bilico mentre scattate (cosa facilissima se hai la messa a fuoco manuale e devi usare due mani).

7 commenti su “Il cimitero di Neve & Glitz”

  1. …un tributo all’impavido coraggio della tua macchinetta fotografica… ed un pensiero solidale alla panchina che poraccia se li vede tutti i giorni….

    😀

    E grazie a te per le risate.

  2. Io credo che abbiano anche un certo valore di mercato per qualche collezionista. Ma perchè non li mettono all’asta?

  3. Commovente e grandioso. Uno spettacolo pari solo al cimitero dei soldati americani ad Anzio o alla Città dei morti del Cairo.

Lascia un commento